Traducendo Einsamkeit

STANZE DEL NORD

SCORRONO LE COSE CONTROVENTO di FEDERICA GALETTO

ODE FROM A NIGHTINGALE - ENGLISH POEMS

A LULLABYE ON MY SHOULDER di Federica Nightingale

EMILY DICKINSON

martedì 4 gennaio 2011

CAMEO





Photo di Claudia Drossert





Ero come quel fiore nella galaverna,

come quel petalo trapassato di brina

nell’apnea d’un sospeso intendimento

fra il getto del vento a scuotere

e l’impasse d’un sottile filo di ghiaccio

a trattenermi

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Bella e fragile, questa tua; rende perfettamente la sensazione di precarietà che a volte, nel cammino, si prova.

Fiorella

Anonimo ha detto...

Grazie Fiorella, precaria è la vita. Bella ma precaria. Un abbraccio
Federica

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...