Traducendo Einsamkeit

STANZE DEL NORD

SCORRONO LE COSE CONTROVENTO di FEDERICA GALETTO

ODE FROM A NIGHTINGALE - ENGLISH POEMS

A LULLABYE ON MY SHOULDER di Federica Nightingale

EMILY DICKINSON

mercoledì 24 febbraio 2010

STEFANIA OLIVETTA - L'ARTE IN UN CLICK














Stefania Olivetta ©


Si è aperta mercoledì 17 febbbraio alle ore 18,30 al circolo arci Pantagruel di Casale Monferrato, via Lanza 28, la personale di Stefania Olivetta. E' con piacere che presento questa fotografa monferrina di valore, amica e artista poliedrica. Il suo occhio dipinge i paesaggi rarefatti delle campagne restituendoci, tramite la sua acuta sensibilità, bellezza intrinseca e colori, sfumature impervie della realtà, letture di intime peculiarità artistiche.


Stefania Olivetta nasce a Torino ma l'amore per il Monferrato la spinge a vivere e lavorare nella nostra terra.

Scrive il critico Pier Paolo Maggini :
"La prima volta che ho visto i lavori di Stefania Olivetta sono rimasto colpito,erano delle foto in bianco e nero in cui in un bosco nebbioso prendevano il volo degli uccelli spaventati.
Le atmosfere indecifrabili e quasi magiche di quelle foto, la loro bellezza spontanea mi emozionarono.Quando si tratta di un non professionista può starci che nascano delle foto belle, succede ;quello che non succede è di trovare dentro uno sguardo una coerenza ed una forza che creano una cifra precisa emozionale e formale ,trasformandosi in un identità riconoscibile e non somigliante ad altro.Questo vuol dire ,se questa parola ha senso essere artisti.Il modo spontaneo ed empatico con cui Olivetta raccoglie le immagini, crea un percorso diverso ma coerente,in cui le emozioni escono precise e potenti, partono dal particolare di un luogo e diventano universali.I suoi paesaggi sono quasi tutti scattati in Monferrato eppure si ha la sensazione che potremmo trovarci in America ,in Francia in Argentina o chissà dove.E qua sta un altra forza del suo lavoro, un lavoro che nasce da una radice forte con i luoghi che racconta, con un legame antico, eppure capace di essere esattamente quel luogo ed allo stesso tempo un altrove .Anche quando la forzatura dell immagine porta la foto ad essere quasi astratta si avverte precisamente quell' eco emotivo che racconta qualcosa di profondamente sentito e conosciuto,un'attitudine dell'anima a raccogliere le suggestioni di un luogo a metterle in sintonia con se stessi e ad amplificarne il senso.Il lavoro di Olivetta ha per me una forma estetica nuova e fresca ,che faccio fatica a riconoscere in molti lavori di artisti affermati.
Qui c'è un mondo interiore capace di coincidere con i luoghi e con le vibrazioni di un luogo che difficilmente si trova. Non è un racconto descrittivo, è un racconto emozionale e nuovo.
L'assenza di ego in questo lavoro, e la semplice attenzione e capacità di raccogliere la forza anche estetica della sua non tecnica, sta proprio in quell' anima del racconto senza la quale nessunoscatto è altro che una ricognizione mimetica della realtà"
STEFANIA OLIVETTA - Circolo Arci Pantagruel dal 17/2 al 14/3/2010 - Via Lanza 28 - Casale Monferrato (Al). Dalle 18.30 in poi.

2 commenti:

Federica Nightingale ha detto...

Grazie Stefania per i tuoi bellissimi scatti.

elina ha detto...

finora forse sbagliavo qualcosa
ora torno a dirti che sono immagini "incontaminate", lucide, interiori, senza tempo

grazie per la proposta
a presto, Elina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...